Blog

Form di ricerca

Ristrutturazioni edilizie: tutte le novità nella guida online

Giovedì, 5 Aprile 2018

L’Agenzia delle Entrate ha emesso la nuova guida dedicata al bonus ristrutturazioni edilizie, oggi online.

Scorrendone le pagine si leggono le novità introdotte dalla Legge di bilancio 2018 e alcuni chiarimenti su 5 temi principali e d’attualità, quando si parla di ristrutturazioni, bonus e agevolazioni fiscali.

Ristrutturazione nei dati all’Enea

La Legge di bilancio ha confermato la detrazione fiscale del 50% delle spese sostenute per interventi di ristrutturazione (ed entro il limite di 96.000€) per tutto il 2018. La proroga è valida per lavori eseguiti sulle singole unità, sia per quelli effettuati su parti comuni di edifici condominiali.

I dati che ogni individuo che usufruisce del bonus invierà all’Enea, saranno uno strumento di monitoraggio che servirà all’Agenzia delle Entrate nel momento della valutazione dell’effettivo risparmio energetico ottenuto con la ristrutturazione.

5 informazioni importanti

La nuova Guida esprime in modo chiaro ed esplicito 5 tematiche importanti:

  • quali sono gli interventi agevolabili
  • chi può usufruire dell’agevolazione
  • come richiedere il bonus
  • come effettuare il pagamento dei lavori
  • quali documenti conservare

Non solo: la guida aggiunge alcune informazioni dedicate all’agevolazione per box e posti auto, aggiungendo dettagli sulle spese relative alla loro realizzazione e per gli acquisti contemporanei di casa e box. Per quanto riguarda l’Iva ridotta essa si applica, a seconda del tipo di intervento, sulle prestazioni dei servizi resi dall’impresa che esegue i lavori e sulla cessione dei beni (in alcuni casi particolari).

In ultimo, possono beneficiare dell’agevolazione anche gli istituti autonomi per le case popolari, le cooperative di abitazione a proprietà indivisa, purché osservando alcune clausole.
Infine, per quanto riguarda gli immobili già ristrutturati, la detrazione spetta per interventi riguardanti interi fabbricati e se eseguiti da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare e da cooperative edilizie che, entro 18 mesi dalla data di termine dei lavori, vendono o assegnano l’immobile.

Per ulteriori dettagli l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato un video molto utile sul proprio canale YouTube.

Condividi sui Social Media

Twitter icon
Facebook icon
Google icon
StumbleUpon icon
Del.icio.us icon
LinkedIn icon
Pinterest icon
e-mail icon