Blog

Form di ricerca

Non sai come utilizzare un impianto energetico risparmiando? Scopri il Decalogo Enea

Giovedì, 25 Ottobre 2018

L’inverno è alle porte e come ogni anno torna il problema impianti di riscaldamento e quindi come si può utilizzarli in modo più efficiente, tenendo conto del risparmio energetico e delle normative imposte. 

In questi casi non esiste un galateo, ma Enea non ci lascia soli proponendo un Decalogo di buon comportamento dedicato a coloro che mirano al proprio comfort, risparmiando e facendo bene all'ambiente

10 regole per il benessere tuo e del tuo impianto di riscaldamento

Enea, Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, ha pubblicato un documento contenente il decalogo per rendere l’impianto di riscaldamento più efficace puntando alla riduzione della bolletta senza rinunciare all’ottimo riscaldamento delle abitazioni.

  • Effettuare la manutenzione degli impianti per evitare sanzioni e per motivi di sicurezza. Un impianto ben governato consuma e inquina meno
  • Controllare la temperatura degli ambienti è importante perché garantisce una migliore salute e un grande risparmio economico e di uso del combustibile, che può ridursi anche del 10% per ogni grado. La legge consente di raggiungere la temperatura di 22 gradi, anche se i 19 sono sufficienti per un ambiente riscaldato in modo ottimale
  • Porre maggiore attenzione alle ore di utilizzo degli impianti stabilite dalla normativa, che impone un tempo massimo di accensione a seconda delle 6 zone climatiche in cui è suddivisa l’Italia. Nel Nord Italia (categoria E) gli impianti di riscaldamento possono essere accesi dal 15 Ottobre al 15 Aprile per un massimo di 14 ore giornaliere; mentre nel Sud e nelle isole i tempi sono più brevi, dall’1 Dicembre e fino al 31 Marzo per un massimo di 8 ore al giorno
  • Installare pannelli riflettenti tra il muro e il termosifone è utile per ridurre la dispersione di calore
  • Schermare le finestre durante la notte tramite le tapparelle o ponendo tende pesanti in modo tale che il calore non venga dissipato verso l’esterno
  • Evitare ostacoli davanti e sopra i termosifoni che impediscono la diffusione di calore nell’ambiente determinando così sprechi. Anche le finestre aperte a lungo per cambiare l’aria possono essere fonte di spreco!
  • Fare un check-up alla propria casa con l’intervento di un tecnico affinché si verifichi l’isolamento termico delle proprie pareti o finestre e l’efficienza degli impianti. È fondamentale intervenire nel caso in cui si dovessero rilevare problemi per un risparmio pari al 40% nel riscaldamento. Inoltre, usufruendo dell’Ecobonus, si può ottenere una detrazione fiscale per la riqualificazione energetica degli edifici
  • Innovare gli impianti di riscaldamento garantisce un utilizzo migliore del riscaldamento e riduce gli sprechi. Anche in questo caso si può fruire dell’Ecobonus limitatamente agli impianti fotovoltaici
  • Utilizzare soluzioni tecnologiche innovative ricorrendo anche ai nuovi strumenti tecnologici che consentono di regolare a distanza la temperatura degli ambienti e il tempo di accensione degli impianti di riscaldamento
  • Applicare valvole termostatiche in modo che venga regolato il flusso di acqua calda nei termosifoni e di conseguenza non si superi la temperatura impostata. Ciò consente di risparmiare fino al 20%!

 

Condividi sui Social Media

Twitter icon
Facebook icon
Google icon
StumbleUpon icon
Del.icio.us icon
LinkedIn icon
Pinterest icon
e-mail icon